Sabato 18 aprile Mons. Catella incontra il Consiglio Comunale di Casale

A conclusione della visita pastorale alla città di Casale Monferrato, il Vescovo monsignor Alceste Catella incontrerà sabato 18 aprile, alle 9, le istituzioni cittadine nella Sala Consiliare di Palazzo San Giorgio. Ad accogliere mons. Catella saranno il Sindaco di Casale Titti Palazzetti, il Presidente del Consiglio Comunale Davide Sandalo, la Giunta e i consiglieri comunali. Quello di sabato sarà il primo incontro ufficiale tra il vescovo e le istituzioni cittadine che sono state rinnovate con le elezioni del 2014. Non si tratta però della prima volta di mons. Catella a Palazzo San Giorgio: il Vescovo aveva già incontrato il Consiglio Comunale nel dicembre del 2008, a pochi mesi dall’inizio del suo ministero episcopale a Casale Monferrato.

Il Consiglio Pastorale Diocesano convocato per il 18 aprile

Saranno “le cinque vie verso l’umanità nuova” indicate nella traccia per il cammino verso il V Convegno Ecclesiale Nazionale di Firenze 2015 il tema centrale della seduta del Consiglio Pastorale Diocesano, convocato da Mons. Vescovo per sabato 18 aprile 2015, alle ore 15, presso il Salone dell’Immacolata in Seminario (Piazza Calabiana, 2 – Casale Monferrato). All’ordine del giorno anche le eventuali modifiche dello statuto e del regolamento del Consiglio Pastorale Diocesano.
Di seguito i punti all’ordine del giorno:

  1. Breve intervento introduttivo di Mons. Vescovo.
  2. Valutazione dello statuto e del regolamento del Consiglio Pastorale Diocesano e delle proposte di eventuali modifiche.
  3. Lavoro di gruppo su “le cinque vie verso l’umanità nuova” ovvero ‘Uscire’, ‘Annunciare’, ‘Abitare’, ‘Educare’ e ‘Trasfigurare’ che sono tratte dalla traccia per il cammino verso il V Convegno Ecclesiale Nazionale di Firenze: “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo”.
  4. Comunicazioni, varie ed eventuali.

Emergenza gioco d’azzardo: il 10 aprile incontro con Folena

Sarà dedicato al “gioco d’azzardo, con il sistema di connivenze e furbizie che lo alimenta e che genera emergenza sociale” l’incontro che si terrà venerdì 10 aprile 2015 a Casale Monferrato. Alle ore 21, presso la sala Carlo Cavalla del Seminario diocesano, interverrà Umberto Folena, caporedattore di Avvenire e autore di numerose pubblicazioni sul tema. Al dibattito parteciperà anche Renato Balduzzi, già ministro della salute e ora membro del Consiglio superiore della magistratura. Si parlerà dei “costi sociali” che “superano di gran lunga gli incassi” e del gioco d’azzardo patologico. “Anche nel territorio di Casale – spiegano gli organizzatori – questo drammatico fenomeno è purtroppo in crescita e coloro che si rivolgono al Sert, ai gruppi d’aiuto e alle comunità di recupero rappresentano solo la punta dell’iceberg. Esiste un sommerso preoccupante perché le pressioni per costringere le persone a giocare sono davvero insistenti, attraverso la pubblicità che promette vincite facili e l’apertura di nuove sale gioco”. L’incontro, al quale sono invitati soprattutto i giovani, è organizzato dai servizi diocesani per la pastorale della cultura, dei giovani, della scuola e delle comunicazioni sociali, con Azione Cattolica, Libera – Presidio Totò Speranza di Casale Monferrato, Movimento ecclesiale di impegno culturale, Unione cattolica italiana insegnanti medi, Unione cristiana imprenditori e dirigenti e Consulta diocesana delle aggregazioni laicali.

L’11 aprile a Casale il primo happening interdiocesano degli oratori

“Ciak… animazione!” è il titolo del primo happening interdiocesano degli oratori che si svolgerà a Casale Monferrato il prossimo 11 aprile 2015 con la partecipazione degli animatori di oratorio delle diocesi di Acqui, Alessandria, Asti, Casale e Tortona. All’evento, che sarà ospitato nei locali dell’oratorio salesiano del Valentino a partire dalle 9.30, sarà presente anche don Michele Falabretti, direttore del servizio nazionale per la pastorale giovanile, che guiderà la riflessione su “L’azione pastorale nelle nostre parrocchie, nei nostri oratori per i giovani e i ragazzi”.
happeningoratori
Nel corso della mattinata verrà anche presentato il “Progetto Oratorio” che si sta avviando in alcune parrocchie delle cinque diocesi, finanziato dalle fondazioni Cassa Risparmio di Alessandria, Asti e Tortona. Nel pomeriggio sono in programma laboratori per giovani animatori curati dalla cooperativa Animagiovane di Torino: tratteranno di attività formative, relazione educativa, preghiera, tecniche di gioco, attività artistiche e teatrali. La giornata si concluderà alle 18 con un momento di preghiera guidato dai vescovi delle diocesi di Acqui, Alessandria, Asti, Casale e Tortona.

«Vogliamo risorgere con Cristo»

«Pasqua parla di libertà» afferma Mons. Vescovo all’inizio del suo videomessaggio di auguri per la Pasqua 2015, diffuso questa mattina, giovedì 2 aprile 2015. «Per noi cristiani e per tutti gli uomini e le donne di buona volontà, Pasqua è l’evento del Signore Gesù che libera. Lo fa attraverso ad interventi di forza? Attraverso a qualche organizzazione particolare? No. Egli libera perché ama, perché si mette in ascolto, accanto, al servizio, perché dona la totalità della sua esistenza». «Il giorno di Pasqua – aggiunge – è il giorno del trionfo della vita sulla morte, della libertà sulla schiavitù».
«Vogliamo risorgere insieme con Cristo» è l’augurio di Mons. Catella. «La fede umile, semplice e concreta, la fede che si ispira a nient’altro che al Signore Gesù, al suo fare, al suo stile, al suo modo di essere sia da noi accolta e, con un cammino che qualche volta conosce incertezze e dubbi ma che vuole arrivare all’unione vera con Gesù, diventi Risurrezione».