Enti ecclesiastici – Imu: il Vicario Generale, «né privilegi né discriminazioni»

Dopo aver riflettuto ed essermi confrontato con chi di dovere, ho deciso di intervenire nel dibattito in corso con alcune brevi considerazioni senza entrare nei dettagli tecnici della questione che lascio agli esperti di diritto tributario. Ecco le considerazioni.

  • La Chiesa nelle sue articolazioni non vuole in alcun modo sottrarsi al pagamento delle imposte allorché risultino inequivocabilmente dovute in base alla vigente normativa.
  • Le prassi differenziate dei Comuni e la non omogenea giurisprudenza in materia di Enti ecclesiastici e delle attività da loro svolte fanno supporre una non sufficiente chiarezza/completezza della normativa tributaria che disciplina questo settore.
  • La prassi dell’attuale Amministrazione della Città di Casale Monferrato o, per lo meno, di alcuni suoi settori strategici, nei confronti degli Enti ecclesiastici e delle loro attività – solitamente di carattere socio-assistenziale e quindi di supporto alle tante, sempre più numerose persone/famiglie che vivono situazioni di disagio – fin’ora non è stata: «Nel dubbio normativo, dialogo con il potenziale contribuente, cerco di appurare come stanno le cose e solo dopo, se ci sono i presupposti, emetto l’avviso di accertamento» ma è stata: «Nel dubbio normativo, non dialogo ed esigo l’immediato pagamento dell’imposta, fermo restando per il contribuente il diritto di esperire ricorso dinnanzi alle autorità competenti in materia». Ora, per molti – e lo dico con dispiacere – diventa sempre più difficile non vedere dietro una simile prassi – che mette a dura prova la sopravvivenza dei predetti Enti – una precisa scelta di carattere ideologico, il ritorno di un mai morto – e, se così fosse, becero e miope – anticlericalismo, il volto concreto della massima giolittiana: «Le leggi si applicano ai nemici e si interpretano per gli amici». Ricordo che i miei maestri di diritto mi hanno sempre insegnato che il principio di uguaglianza sancito dall’art. 3 della nostra amata Costituzione è violato non solo quando vengono trattate in modo diverso situazioni uguali ma anche quando vengono trattate in modo uguale situazioni diverse.

Concludo formulando l’auspicio che la cordialità istituzionale, il dialogo franco e la fattiva collaborazione che hanno sempre ispirato – e tutt’ora ispirano, in altri settori (penso, per esempio, a quello culturale così come a quello dell’inclusione sociale) – le relazioni Comune-Diocesi possano, anche in ambito tributario, tornare, fin da domani, ad affermarsi in pienezza per il bene dell’intera comunità.

Don Giampio Devasini, Vicario Generale

Due nuove nomine per don Cassano e don Busto

don Giampaolo Cassano

Con decreto del Vescovo in data 1-5-2018 il M. Rev. Prof. don Giampaolo Cassano è stato nominato Canonico Onorario della Chiesa Cattedrale di Casale Monferrato.

 

 

 

 

 

 

don Paolo Busto

Con decreto del Vescovo dell’8 maggio 2018 il Vescovo ha nominato il M. Rev. Mons. Can. Pier Paolo Busto Responsabile per le Ufficio Comunicazioni sociali della Diocesi di Casale Monferrato.

L’incarico ha la durata di tre anni.

Sabato 5 maggio la festa di “ConTEsto Live – Forum dei giovani”

Il cammino di “ConTEsto Live – Forum dei giovani della Diocesi di Casale Monferrato”, progetto promosso dal Servizio diocesano per la Pastorale Giovanile ispirato dall’itinerario di preparazione al Sinodo sui Giovani indetto da Papa Francesco per l’ottobre 2018, vivrà sabato 5 maggio il suo culmine.

Al Mercato Pavia di Casale Monferrato – in piazza Castello – è in programma un evento che coinvolgerà i giovani del territorio dal primo pomeriggio a tarda serata.

“Quella di sabato 5 maggio – spiega don Marco Durando, responsabile del Servizio diocesano di pastorale giovanile e vocazionale – desidera essere una festa dove i protagonisti sono i giovani; pensata con loro e per loro; dove la città è per loro, lo spazio e il tempo è a loro disposizione”. “Una giornata di festa – aggiunge – in cui poter raccogliere il lavoro svolto nei precedenti incontri e lasciare un messaggio finale a tutti i giovani, agli adulti, alla Chiesa locale e alla città di Casale Monferrato”.

L’evento del 5 maggio arriva infatti a conclusione di tre mesi dedicati all’ascolto dei giovani, attraverso incontri che si sono svolti in tutte le classi degli Istituti superiori e professionali della città e del territorio diocesano. Per questo, il Vescovo di Casale Monferrato, mons. Gianni Sacchi, sottolinea come ci sia stato “un grande sforzo di tempo ed energie messe in campo col desiderio di ascoltare i giovani e calarci nel loro contesto, convinti che abbiano molto da dirci; per far percepire ai giovani che ci stanno a cuore e per aiutare gli adulti a comprendere che dobbiamo per prima cosa metterci in discussione noi se vogliamo davvero costruire un futuro migliore per le giovani generazioni, dando loro voce e spazio, convinti che il mondo di oggi non è migliore o peggiore di quello di ieri, ma semplicemente diverso”.

ALCUNI NUMERI

Per “ConTEsto Live – Forum dei giovani della Diocesi di Casale Monferrato” sono stati raggiunti più di 2500 adolescenti, in 150 classi scolastiche e 150 ore di attività grazie alle quali sono stati provocati e ascoltati sui loro sogni e sui loro desideri.
Il 24 marzo scorso, poi, all’Auditorium San Filippo si è tenuta una mattinata a cui hanno partecipato 450 giovani che si sono confrontati su temi che li coinvolgono nel presente e nel loro futuro: bullismo ed emarginazione, scuola che prepara al futuro, immigrazione e povertà diffusa, famiglia e confronto generazionale, fede personale e Chiesa.
Parallelamente si è tenuto un corso di formazione con 250 adolescenti degli oratori diocesani per crescere nel servizio e nella responsabilità.
Una buona parte di tutti i giovani coinvolti in questi mesi sarà presente e protagonista della grande festa nel cuore della città di Casale, al Mercato Pavia.

IL PROGRAMMA DELLA FESTA

“ConTEsto Live” prenderà il via alle 16. In programma diverse attività, tra cui un “flash mob”, una “caccia al tesoro”, un “contest fotografico”, una “gara di rap”. E poi spazi creativi, un’area giochi…
Dalle 19.30 le esibizioni artistiche di alcuni gruppi giovanili. Sul palco saliranno “Mente e corpo”, “Daniel Bucur”, “Sogno ribelle”, “I ragazzi di via Trino”, Lorenzo M., e il laboratorio teatrale dell’Istituto Balbo diretto da Maria Paola Casorelli.
Per le 21.30 è previsto il saluto di Mons. Vescovo e delle autorità cittadine.
Poi, dalle 22 Dj set con dj Lorenzo, dj Cristian Tanz e dj Erik Stefler. Con tutti e tre vocalist Alessandro Morbelli.
Conclusione prevista per le 24.

La festa di “ConTEsto Live – Forum dei giovani della Diocesi di Casale Monferrato” è organizzata in collaborazione con il Comune di Casale Monferrato che ha messo a disposizione gratuitamente lo spazio del Mercato Pavia.

Articoli correlati