PROGRAMMI DEGLI UFFICI PASTORALI – CALENDARIO DEGLI EVENTI – anno pastorale 2019-2020

Premessa
Nell’elaborare i programmi per l’Anno 2019-2020, gli Uffici Pastorali Diocesani hanno cercato di tenere conto – innanzi tutto del tema dell’Assemblea Diocesana di settembre-ottobre: “Un percorso di discernimento pastorale per la nostra Diocesi”, tema che annuncia un cammino da proseguire con rinnovato vigore. Invito ancora una volta i Parroci, i Responsabili degli Uffici pastorali diocesani ed i Referenti delle Aggregazioni Laicali a NON FISSARE DATE DI EVENTI SENZA AVER PRIMA CONSULTATO IL “CALENDARIO DEGLI EVENTI” e ciò al fine di evitare sovrapposizioni o vicinanze penalizzanti. Anche questo, nel suo piccolo, è “sensus Ecclesiae”.
Il Vicario Generale Don Giampio Devasini

Ogni mese posteremo nel sito
gli eventi fissati dal Calendario:
Mese di ottobre
2019
4 ottobre: Convento di Sant’Antonio Abate,
FESTA DI SAN FRANCESCO D’ASSISI PATRONO D’ITALIA
ore 8,00 – 17,30 sante Messe.

4 ottobre: Moncalvo, Santuario di Madre Teresa, ore 21,00
SERATA MISSIONARIA
5 Ottobre: San Giorgio Monferrato, Fraternità, cascina Costamagna nuova, ore 9,30-16,00 Ritiro Spirituale aperto a tutti i volontari di caritas diocesana, delle caritas parrocchiali e dei vari gruppi caritativi.
5-31 Ottobre: Mostra biblica nella Biblioteca del seminario a cura del Servizio per la pastorale della Cultura.
5 ottobre: Crea, ore 9,30: Ritiro spirituale dei Diaconi Permanenti. Predicatore: Mons. Vescovo Gianni Sacchi
5 ottobre: Casale MANDATO DEI CATECHISTI
Alle ore 19,00: incontro presso la Curia Vescovile.
A seguire: agape fraterna e alle ore 21,00 Celebrazione presso la Curia Vescovile.
7 ottobre: Crea, ore 8,00 Santa Messa nella festa della Beata Maria Vergine del Rosario
9 ottobre: Casale, Curia Vescovile (Sala Cavalla), ore 21,00 Lectio Divina (a cura della Pastorale della Cultura) su “Primo e Secondo Testamento – L’Apocalittica – Abitare la storia dei credenti”. Primo incontro: Sedotti dalla Parola: l’evoluzione apocalittica della profezia dal Primo Isaia ad Ezechiele. Relatore ch.mo prof. don Gabriele Maria Corino.
11 ottobre: Oratorio del Valentino, ore 21,00 SERATA MISSIONARIA
12 ottobre : Crea, ore 9,30 Primi incontri dei Ministri Straordinari della santa Comunione. Sarà presente Mons. Vescovo Gianni Sacchi.
13 ottobre: Crea, Monastero Domenicano Maria di Magdala, ore 15,00
percorso di Lectio Divina su “Fate attenzione a come ( e cosa!ascoltate!”
Alcune parole di Gesù nel Vangelo di Matteo.
14 ottobre: Crea, Sala San Domenico, ore 19,00-22,30 Laboratorio per la formazione alla collaborazione pastorale (cena e incontro)
15 ottobre: Casale, Duomo, ore 20,45 ASSEMBLEA DIOCESANA ( terza Parte )
16 ottobre: Casale, Duomo, ore 20,45 ASSEMBLEA DIOCESANA (quarta parte )
18 ottobre: Casale Duomo, ore 21,00 VEGLIA DI PREGHIERA IN OCCASIONE DELLA 93° GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE.
19 ottobre: Casale, sede de “La vita Casalese” (Salone Immacolata) ore 10,30
riunione annuale dei collaboratori della Stampa Diocesana
19 ottobre: Montiglio, Monastero carmelitano “Mater Unitatis”:
DIVINA LITURGIA BIZANTINA
21 ottobre: Casale, Curia Vescovile (Sala Cavalla) , ore 21,00 Mario Calabresi presenta il suo ultimo libro “La mattina dopo”
21 ottobre: Crea, Sala San Domenico, ore 19,00-22,30 Laboratorio per la formazione alla collaborazione pastorale (cena e incontro)
23 ottobre Crea, ore 9,30 Riunione della Congregazione di Sant’Evasio
25 ottobre: Casale, Curia Vescovile (Sala Cavalla), ore 17,00
Conferenza del Dott.. Fulvio Scaglione a cura
del Servizio per l’insegnamento della Religione Cattolica

25 ottobre: San Salvatore,Santuario Madonna del Pozzo, ore 21,00 SERATA MISSIONARIA
26 ottobre: Balzola, Riseria Vignola, ore 10,30
CELEBRAZIONE EUCARISTICA CON IL MONDO DEL LAVORO
27 ottobre: Casale, Seminario (Sala Cavalla) ore 16,00 Primo appuntamento mensile dell’iniziativa “Aiutami a capire” a cura della C.D.A.L.
28 ottobre: Crea, sala San Domenico, ore 19,00-22,30
Laboratorio per la formazione alla collaborazione pastorale (cena e incontro)
28 ottobre : Casale, Chiesa di San Domenico, ore 21,00 Corale Boliviana

OGNI ULTIMA SETTIMANA DEL MESE VERRA’ PUBBLICATO
IL MESE SUCCESSIVO

Assemblea Diocesana – Casale Monferrato: prima sessione 25 -26 settembre 2019

La nostra vocazione è la resurrezione di Cristo

L’assemblea Diocesana non è in primis il luogo della programmazione o dell’individuazione di nuove strategie pastorali, ma è la convocazione di tutti coloro che vivono la propria vocazione battesimale come chiamata a cercare insieme la volontà del Padre per questa Chiesa che è in Casale Monferrato.
Il tempo di crisi che tutta la Chiesa sta attraversando può diventare una grande occasione di conversione personale e comunitaria. Non si tratta di inventare nuovi metodi, ma di ritornare all’essenziale, alla fede, ad un vero cammino nello Spirito Santo, ad una pastorale di relazioni, capace di generare alla vita in Cristo, per una Chiesa che sia davvero Casa di fraternità per tutti.
TRE DOMANDE PER INCOMINCIARE
UN CAMMINO DI DISCERNIMENTO PERSONALE ED ECCLESIALE
1. Signore, quando tornerai, come ti riconosceremo?
2. Signore, cosa vuoi che io faccia?
3. Signore, non importa se siamo tanti o pochi. Donaci di comprendere se siamo vivi!
IN ASCOLTO DELLA PAROLA DI VITA
Galati 3,1 – <<…proprio voi agli occhi dei quali fu rappresentato al vivo
Gesù Cristo crocifisso?>>.
Luca 10,23-24 – <<Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete. Vi dico che molti profeti e re hanno desiderato vedere ciò che voi vedete, ma non lo videro, e udire ciò che voi udite, ma non l’udirono>>.
Giovanni 6,38-40 – <<… Perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato : che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell’ultimo giorno. Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno>>.
Giovanni 14,8 – << Mostraci il Padre, questo ci basta!>>.
IN ASCOLTO DEL MAGISTERO DI PAPA FRANCESCO DALL’ENCICLICA EVANGELII GAUDIUM
<<Occuparsi di iniziare processi più che di possedere spazzi…Si tratta di privilegiare le azioni che generano nuovi dinamismi nella società e coinvolgono altre persone e gruppi che le porteranno avanti, finché fruttifichino in importanti avvenimenti storici. Senza ansietà, però con convinzioni chiare e tenaci>> (223)
<<Una pastorale in chiave missionaria non è ossessionata dalla trasmissione disarticolata di una moltitudine di dottrine che si tenta di imporre a forza di insistere. Quando si assume un obiettivo pastorale e uno stile missionario, che realmente arrivi a tutti senza eccezioni né esclusioni, l’annuncio si concentra sull’essenziale, su ciò che è più bello, più grande, più attraente e allo stesso tempo necessario. La proposta si semplifica, senza perdere per questo profondità e verità, e così diventa più convincente e radiosa>> (35)
<<…non è la stessa cosa aver conosciuto Gesù o non conoscerlo, non è la stessa cosa camminare con Lui o camminare a tentoni, non è la stessa cosa poterlo ascoltare o ignorare la sua Parola, non è la stessa cosa poterlo contemplare, adorare, riposare in Lui, o non poterlo fare. Non è la stessa cosa cercare di costruire il mondo con il suo Vangelo piuttosto che farlo unicamente con la propria ragione. Sappiamo bene che la vita con Gesù diventa molto più piena e che con Lui è più facile trovare il senso di ogni cosa. E’ per questo che evangelizziamo.>> (266)
PRIME LUCI PER UNA RIFORMA DELLA CHIESA CHE ABBIA LE RADICI IN UNA PROFONDA RIFORMA DI NOI STESSI
1. Siamo come vivi tornati dai morti (Romani 6,13)
Il cristiano è un uomo nel quale risplende l’esperienza della salvezza. Il nostro Dio è innanzitutto Colui che è venuto a cercarci e ci ha liberato dalla paura della morte.
2. Il compimento di ogni vocazione è la misericordia
La comunità dei credenti è il luogo del perdono, come stile ordinario del discepolo.
3. L’urgenza di un’intelligenza spirituale, di una fede capace di discernimento.
Il discernimento è la madre di ogni virtù ed è il dono di saper vedere nelle tenebre la Luce, nella morte i germogli della vita nuova.
4. Purificare la predicazione e la pastorale dal moralismo religioso
Paghiamo il prezzo di aver ridotto Cristo a un modello da imitare, i santi ad ideale da ammirare, il battesimo e i sacramenti ad un certificato di buona condotta, i valori a obiettivi da raggiungere…
5. Conversione ad una logica di fraternità e famiglia
<<La vita del cristiano è una crocifissione dell’IO INDIVIDUALE >> (Berdjaev)
6. Aiutare ad aprire i sigilli del libro della vita (cf.Ap.5)
Nel popolo di Dio mancano padri e madri nello Spirito che possano aiutare i fratelli
a leggere, alla luce della Parola di Dio, le grandi domande della vita e i vissuti personali.
Padri e madri nello Spirito sono coloro che hanno assunto il triduo pasquale come forma della propria vocazione e seguono l’Agnello ovunque vada.
TRE CANTIERI – TRE VIE
PER ENTRARE NELLA DINAMICA DEL DISCERNIMENTO
PERSONALE ED ECCLESIALE
1. Cantiere della conversione – via della purificazione
2. Il cantiere del ritorno all’essenziale – via della luce
3. Cantiere della vita nuova in Cristo – via dell’unità

Tutte le persone di buona volontà sono invitate a prendere contatto con il proprio parroco e la propria Unità Pastorale per riunirsi e lavorare insieme su questo nuovo cammino di discernimento personale ed ecclesiale
Prossimo appuntamento , per il 15 ottobre alle ore 20,45 in Duomo

Mons.Vescovo Gianni Sacchi “Portare la gioia di Gesù”

Carissimi diocesani tutti, sacerdoti, diaconi, religiose e religiosi, assistenti pastorali, catechisti, collaboratori parrocchiali, movimenti e associazioni, questo mio messaggio è per invitarvi ad essere presenti alla convocazione assembleare del 25 e 26 settembre alle ore 20,45 in Cattedrale. Mi sono già incontrato con tutti i sacerdoti e diaconi il 5 settembre scorso per iniziare un importante cammino di discernimento personale e comunitario, che dovrà riguardare la pastorale di tutta la Diocesi.
Il 29 ottobre p.v. saranno due anni esatti dal mio ingresso in Diocesi e questo periodo di tempo trascorso in mezzo a voi mi ha permesso di prendere visione della situazione sociale, religiosa, demografica e culturale del mio territorio che conta la presenza di 115 comunità parrocchiali. Mi sono chiesto come faremo a continuare una presenza viva e feconda di comunità cristiana quando il già limitato numero di sacerdoti sarà ulteriormente dimezzato nei prossimi anni. Chi terrà vivo l’annuncio del Vangelo, la vita comunitaria, la Carità e la dimensione spirituale nelle nostre parrocchie? Come faremo ad essere missionari che portano a chi è indifferente la gioia del Vangelo? Questa è la sfida che già adesso, sacerdoti e laici, incominciano a raccogliere. Dalla conservazione dell’esistente alla Missione Evangelizzatrice. E ai nostri cari sacerdoti ho detto chiaramente che ora non ci sono più scuse. Dobbiamo metterci in gioco e lasciarci alle spalle schemi pastorali che hanno fatto il loro tempo, per essere capaci di inventare modalità nuove di annuncio del Vangelo, a cominciare dal commino personale, in cui ognuno di noi si interroga su come la propria vita è segno della presenza del Risorto. La sua Parola ci guiderà se la accogliamo con cuore aperto e sincero e soprattutto se alla sua luce sapremo leggere la nostra vita e la storia che stiamo vivendo.
Suor Katia Roncalli, ci aiuterà a fare un percorso di discernimento che ci permetterà piano piano di impostare nuove modalità di presenza ecclesiale sul territorio. Mi auguro che la visita pastorale alle Unità, a cominciare dal gennaio 2020, sia di stimolo per le comunità parrocchiali non solo a lavorare insieme, ma soprattutto ad essere Cenacoli accoglienti in cui la Parola e l’Eucaristia possano trasmetterci la presenza vivificante del Cristo Risorto. Apriamoci all’azione dello Spirito Santo che vuole illuminare il cammino della nostra Chiesa. Invochiamo il dono del Paraclito su tutti noi, perché ci assista, ci guidi e possa suggerirci strade e progetti nuovi. Siamo chiamati a donare non solo speranza effimera, una speranza qualsiasi, ma quella fondata sulla Parola fedele di Gesù che si fa compagno di viaggio di ciascuno di noi. Ai cari sacerdoti e parroci chiedo di coinvolgere TUTTI in questi giorni di ASSEMBLEA DIOCESANA.
E’ il cammino della nostra Chiesa di Casale che si interroga sul suo futuro. Vi aspetto dunque al primo incontro del 25 settembre.
Mons.Vescovo Gianni Sacchi

Ufficio Pastorale Missionario

Cari confratelli, vi scrivo questa breve lettera per presentarmi come nuovo responsabile dell’Ufficio Missionario e ricordarvi alcuni prossimi appuntamenti.. Come sapete, il Papa ha voluto fare del prossimo mese di ottobre un mese Missionario Straordinario per “risvegliare maggiormente la consapevolezza della missio ad gentes” e per “riprendere con nuovo slancio la trasformazione missionaria della vita e della pastorale”, in occasione del centenario della Lettera Apostolica Maximum Illud di Papa Benedetto XV del 1919. Il tema sul quale siamo chiamati a riflettere e a pregare è BATTEZZATI E INVIATI: LA CHIESA DI CRISTO IN MISSIONE NEL MONDO. Anche nella nostra Diocesi abbiamo voluto dare particolare risalto a questo prossimo mese missionario, con tre appuntamenti oltre alla tradizionale veglia missionaria. Inizieremo venerdì 4 ottobre alle ore 21,00 a Moncalvo ( Santuario di Madre Teresa ) con una serata di testimonianze dalla missione. Venerdì 11 ottobre alle ore 21,00 saremo invece a Casale, all’Oratorio del Valentino per la proiezione di un docufilm sul dramma della prostituzione minorile in Sierra Leone e sul lavoro dei salesiani presso il centro “Don Bosco Fambul” a Freetown. Venerdì 25 ottobre, sempre alle ore 21,00, ci ritroveremo alla Madonna del Pozzo di San Salvatore per il Rosario missionario meditato, con immagini e storie dall’Uganda. La Veglia Missionaria, presieduta da Mons. Vescovo, avrà luogo venerdì 18 ottobre, alle ore 21,00, in Duomo. Soprattutto a questo momento sarebbe bello esserci e invitare la nostra gente: ricordarci delle missioni; ricordarci che essere cristiani è essere missionari credo possa far bene a tutti. DOMENICA 20 OTTOBRE è la GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE. E’ una giornata di preghiera e solidarietà in favore dell’ attività missionaria della Chiesa universale ed esprime la sollecitudine di tutta la Chiesa a sostegno delle Chiese più giovani e bisognose. A tale giornata come sapete è associata da sempre una Colletta Obbligatoria. Il frutto della raccolta è trasmesso integralmente alla Fondazione Missio, che a livello nazionale rappresenta le Pontificie Opere Missionarie. Cerchiamo di proporre la “Colletta”, o comunque facciamo un’offerta come parrocchia! Le offerte come ogni anno possono essere portate all’Ufficio Missionario (piano terra della Curia) o, se fosse chiuso, consegna a Paola Favoni (Ufficio segreteria). Entro il 20 gennaio 2020. Un’ iniziativa importante che il Vescovo vorrebbe proporre è la Quaresima di Fraternità che coinvolga tutte le parrocchie della Diocesi con la raccolta di fondi da destinare di anno in anno ad un progetto diverso. Quest’anno, 2019-2020, ci sembra giusto partire dall’Argentina, dove operano nostri sacerdoti fidei donum da oltre 50 anni. Vi segnaleremo i progetti che intendono realizzare. Ricordiamoci dei nostri fidei donum: Don Graziano Cavalli e Don Valerio Garlando in Argentina. Don Daniele Varoni in Perù. Sono nostri confratelli, che ci ricordano che spendono la loro vita per i poveri lontani dalla loro terra e ci ricordano che la Chiesa è veramente cattolica.
L’Ufficio è a disposizione per qualsiasi cosa.
Nel limite del possibile, con le poche forze che abbiamo, cercheremo di sostenere ogni iniziativa missionaria che viene proposta nelle parrocchie e UP e siamo a disposizione per momenti di incontro e sensibilizzazione missionaria.
Don Francesco Garis
Responsabile dell’Ufficio per la Pastorale Missionaria

Editoria-giornali cattolici-social e on line

Martedì scorso al Santuario di Oropa si è aperta la sessione autunnale dei Vescovi del Piemonte Al pomeriggio hanno voluto avere la presenza di tutti i direttori dei 19 periodici diocesani, quasi tutti settimanali ma anche un bisettimanale, un mensile e un’agenzia. L’assemblea è stata aperta da Mons. Gianni Sacchi, Vescovo di Casale, nella sua qualità di delegato per le Comunicazioni Sociali dei Vescovi Piemontesi.
Chiara Genesio, delegata interregionale di Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria, nonché Vice Presidente della FISC (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) ha svolto una documentatissima relazione sulla diffusione dei settimanali diocesani, del rapporto tra edizioni su carta e digitali, sui siti dei giornali e sulla presenza su Facebook.
Ha poi evidenziato che l’evoluzione tecnologica ci trova in piena attività per entrare nei vari settori della comunicazione, e chela Legge dell’Editoria dà buone prospettive di sostegno alle nostre testate locali per il pluralismo della libertà di informazione. Ha pure documentato l’alta professionalità dei nostri giornalisti, la vastissima rete di collaboratori in gran parte volontari, che in Piemonte sono almeno duemila. Il Presidente Mons.Cesare Nosiglia ha valutato positivamente l’impegno comune dei giornali cattolici piemontesi e ha proposto di proseguire su argomenti sociali, culturali e territoriali che ci sono comuni. Mons. Franco Brambilla ha insistito sull’importanza della comunicazione culturale e molti presuli hanno rivolto ai giornalisti presenti specifiche domande. Ne sono venute interessantissime risposte sull’importanza di avere una capacità di utilizzo del digitale e dei social che non siano il sottoprodotto del cartaceo. Ancora è stato evidenziato il ruolo della comunicazione ecclesiale in un periodo di forte confusione ideologica e la volontà di procedere usando tutte le sinergie di ogni Chiesa locale e del territorio regionale e nazionale per la rinnovata evangelizzazione. Chiara Genesio ha ricordato che in novembre si terrà a Roma l’Assemblea elettiva del nuovo Consiglio Nazionale della FISC, invitando tutti alla sua preparazione. Ci sarà nell’occasione l’udienza col Santo Padre.

Il saluto di Don Sergio Accornero-salesiano

Carissimi, non sono riuscito a salutare tutti all’incontro in sala Cavalla la settimana scorsa e lo faccio adesso. Sono già qui a Venaria da ieri, a prendere conoscenza di questa nuova realtà. Parrocchia abbastanza grande (quasi 16.00 abitanti) oratorio, asilo infantile, una chiesa succursale, diverse attività… (Anche a benedire lo stadio della Juve, qui vicino Ah! Ah!) Un grazie a tutti voi che mi avete sopportato. Chiedo scusa se qualche volta ho manifestato troppo forte quel che penso, ma mi porto dietro tanti esempi di sacerdoti fedeli e buoni. E una preghiera, ad invicem neh? Ne abbiamo tutti bisogno. Un abbraccio a tutti!!! Don Sergio Accornero.

ASSEMBLEA DIOCESANA

Relatrice Suor Katia Roncalli
Mons Vescovo Gianni Sacchi concluderà con le indicazioni programmatiche per l’anno Pastorale 2019 – 2020

Giornata per il Creato Pastorale Sociale del Lavoro

In Diocesi la Giornata per il Creato si celebrerà il 22 settembre 2019
Un po’ tutto il mese di settembre può diventare occasione per riflettere e pregare perché la custodia del creato diventi sempre più una buona pratica.

Esercizi Spirituali per sacerdoti e diaconi Predicatore Mons. Luciano Pacomio

Da Lunedì 30 settembre alla Cascina Serniola
Mons.Luciano Pacomio sarà predicatore di un corso di Esercizi Spirituali che si terrranno alla “Serniola”, casa natale del Beato Mons .Luigi Novarese.
Da lunedì 30 settembre dalle ore 9,00 alle ore 13,00
di venerdì 4 ottobre.
Info per partecipare Tel. 0142-461896
e.mail : casale@luiginovarese.org

Nomina : Sac.Can. Eugenio Portalupi

Con Decreto Vescovile in data 10 settembre 2019
Don Eugenio Portalupi è stato nominato Responsabile del Servizio per la vita Consacrata
( Istituti Religiosi ) Delegato Vescovile.