Gli appuntamenti di “Cantiere Speranza” si chiuderanno quest’anno con un momento dedicato alla memoria di grandi eventi della storia nazionale, avvenuti 70 anni fa: la nascita della Repubblica Italiana e il diritto di voto riservato alle donne nelle elezioni del 1946.
Testimone di tutto ciò sarà Maria Romana De Gasperi – figlia del celebre statista trentino e da sempre infaticabile comunicatrice della straordinaria figura di uomo e di cristiano che fu Alcide De Gasperi – che sarà in Monferrato i prossimi 27 e 28 maggio.
Per don Giampio Devasini, Vicario Generale della Diocesi, «questo evento si colloca in un tempo opportuno, innanzi tutto, a livello europeo. Perché l’Europa risulta un po’ stanca, sfiduciata, con il respiro corto. In un tempo in cui la finanza sembra farla da padrona e in cui risorgenti nazionalismi provocati dalla paura irrazionale producono chiusure non certo lungimiranti, tornare alle radici, tornare ai padri – come fu certamente De Gasperi – può essere un aiuto a rilanciare un’Europa che pone al centro l’uomo e che fa dell’integrazione culturale il proprio fiore all’occhiello». Inoltre, prosegue don Devasini, «l’incontro con la sig.ra De Gasperi è opportuno anche per il contesto nazionale, visto che a ottobre ci sarà un referendum di grande peso. E credo sia cosa buona arrivarci preparati, conoscendo quel dialogo, quel confronto e quella riflessione che hanno preceduto, accompagnato e seguito la nascita della nostra Carta Costituzionale».
La sig.ra De Gasperi sarà accolta a Casale Monferrato venerdì 27 maggio, alle 11, nella Sala Consiliare del Municipio, per un incontro con le autorità cittadine e gli studenti delle scuole casalesi. Nel pomeriggio, alle 16, al Santuario di Crea avrà luogo un momento commemorativo per ricordare l’importantissimo incontro, svoltosi il 22 marzo 1946, tra Alcide De Gasperi e il Ministro degli Esteri francese Georges Bidault che segnò un passaggio fondamentale nella nascita dell’Europa. Saranno presenti con i Sindaci del Monferrato anche coloro che tra i serralunghesi avevano incontrato bambini il papà della sig.ra De Gasperi ed offerto fiori alla moglie del ministro transalpino. Alle 17, monsignor Alceste Catella, Vescovo di Casale Monferrato, presiederà la celebrazione eucaristica, mentre alle 21, la Biblioteca del Seminario di Casale Monferrato ospiterà la conferenza “Correva l’anno 1946… mio padre Alcide De Gasperi… la Repubblica… il voto alle donne… l’Europa”.
Sabato mattina, alle 10, Maria Romana De Gasperi – accompagnata dal direttore Luigi Mantovani – visiterà l’archivio “Brusasca” custodito presso la Biblioteca civica “Canna”. Giuseppe Brusasca – protagonista della Resistenza, giusto fra le nazioni e tra i principali collaboratori di De Gasperi – organizzò l’incontro al Santuario di Crea oltre ad accompagnare lo statista trentino alla Conferenza di Parigi dell’agosto 1946.