A seguito della pubblicazione del nuovo D.P.C.M. del 3 novembre 2020 e dell’inserimento della Regione Piemonte nella zona rossa, il Vescovo di Casale Monferrato, Mons. Gianni Sacchi, comunica a tutti i sacerdoti e i fedeli che, per la celebrazione delle Sante Messe, non vi sono proibizioni o limitazioni ulteriori; rimane, pertanto, valido quanto stabilito nel protocollo del 7 maggio, che permette la celebrazione delle Sante Messe con concorso di popolo, sempre rispettando le norme stabilite sul distanziamento e sulla prevenzione.

Inoltre, è bene che i sacerdoti e i fedeli che si recano alle celebrazioni abbiano una copia di autodichiarazione per facilitare gli eventuali controlli dell’Autorità pubblica che possono avvenire sul tragitto tra la propria residenza, il proprio domicilio o la propria dimora e la chiesa.
I fedeli, se sottoposti a controllo da parte delle Forze di polizia nello spostamento tra la propria abitazione e la chiesa e viceversa, potranno esibire l’autocertificazione in cui dichiarano nella causale “situazione di necessità”. Gli spostamenti dei sacerdoti sono invece giustificati da “comprovate esigenze lavorative”. I moduli di autodichiarazione sono allegati di seguito.

Autodichiarazione 5 novembre per FEDELI  Autodichiarazione 5 novembre per SACERDOTI

 

Nella comunicazione scritta da Mons. Vescovo, di seguito allegata, sono inoltre riportate anche le indicazioni circa lo svolgimento o la sospensione di tutte le altre attività pastorali.

Comunicazione del Vescovo a seguito del DPCM del 3 novembre 2020