Sarà “I nostri giovani tra presente e futuro” il tema del Convegno pastorale diocesano in programma, come da tradizione, all’inizio del mese di settembre. Confermata la formula già sperimentata lo scorso anno, con la seconda serata dedicata ai lavori di gruppo.
Il Convegno pastorale diocesano prenderà il via martedì 5 settembre, alle 20.45 presso l’Auditorium san Filippo, con la relazione del salesiano don Rossano Sala su “Il prossimo Sinodo sui giovani. Provocazione, invocazione, convocazione”. La serata di mercoledì 6, che comincerà invece alle 20.30 presso la Chiesa di San Filippo, sarà incentrata su “Prove di dialogo. Generazioni diverse a confronto”. I giovani, indicativamente nella fascia d’età che va dai 16 ai 30 anni, vivranno già a partire dalle 17.30 un confronto tra coetanei prima di partecipare, dopo cena, ai gruppi di lavoro. Come di consueto il Convegno si chiuderà con la presentazione delle “Linee guida dell’anno pastorale 2017-2018” proposte da mons. Alceste Catella giovedì 7 settembre, dalle 20.45 presso l’Auditorium san Filippo.
Sabato 9 settembre, poi, si terrà il tradizionale pellegrinaggio al Santuario di Crea per porre sotto la protezione di Maria Madre della Chiesa il nuovo anno pastorale.

Di seguito la lettera con cui il vescovo Alceste Catella invita a partecipare al Convegno pastorale diocesano.

Carissimi diocesani,

nelle nostre comunità parrocchiali l’estate non è certamente un “tempo vuoto”: tantissime sono state le attività rivolte soprattutto ai ragazzi ed ai giovani; attività di tipo ricreativo, ma insieme e inseparabilmente attività di tipo educativo. Sì, perché la passione per il compito educativo è qualcosa che appartiene alla natura più vera e più profonda della Chiesa.
Proprio per questo motivo siamo impegnati a tradurre in pratica questa “passione”. Siamo impegnati a riscoprire costantemente il senso dell’educare alla fede, del trasmettere la fede, dell’iniziare alla fede… Ecco perché, anche quest’anno, desidero invitarvi al Convegno Pastorale Diocesano che si svolgerà nelle tre serate del 5 – 6 – 7 settembre e che avrà come tema: “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. È il tema che papa Francesco ha scelto per il prossimo Sinodo dei Vescovi che si svolgerà nel mese di ottobre del 2018. Il Papa desidera coinvolgere tutte le comunità cristiane nella preparazione del Sinodo e desidera poter ascoltare in modo particolare i giovani. Tutti comprendiamo l’importanza e l’urgenza di riflettere insieme e insieme operare per i giovani e con i giovani.
Desideriamo essere una “Chiesa in uscita” amica delle famiglie e dei giovani. Una Chiesa “in uscita” non può non sentirsi fortemente chiamata a mettersi al fianco delle famiglie e dei giovani. La pastorale della famiglia e la pastorale giovanile sono il luogo privilegiato per dare volto nuovo alla pastorale d’insieme. Esse spingono tutte le Parrocchie, non solo le più piccole, ad aprirsi alle altre, per sostenere cammini che siano capaci di accompagnare e di nutrire spiritualmente la vita delle famiglie e il percorso di crescita dei ragazzi, adolescenti e giovani verso la misura adulta della fede e della vocazione. La passione, l’accompagnamento e l’attenzione educativa da vivere con la famiglia sono stati indicati dall’Assemblea diocesana come obiettivi prioritari, come scelte che vanno condivise da tutta la nostra Chiesa diocesana.

Anche quest’anno utilizzeremo il metodo sperimentato lo scorso anno e nella Assemblea diocesana: la prima sera sarà destinata a cogliere i nuclei essenziali del Documento preparatorio al Sinodo, la seconda sera avrà due momenti, il primo vissuto dai giovani e il secondo vissuto da tutti in gruppi e rifletteremo comunitariamente, aiutati da uno strumento di lavoro opportunamente preparato dai giovani e giovani saranno anche i “facilitatori”, la terza sera tenterò di sintetizzare i risultati del lavoro di gruppo e trarne alcune prime indicazioni. Insomma, vogliamo imparare a lavorare “in modo sinodale”…

Invito caldamente tutte le componenti della nostra chiesa locale ad una proficua partecipazione al convegno diocesano, con particolare riferimento a tutti gli operatori pastorali delle parrocchie e delle unità pastorali, ai catechisti e agli animatori dei vari oratori, ai giovani affinché questo importante appuntamento rappresenti occasione di confronto e di interscambio vicendevole. Chiedo la collaborazione di tutti al fine di dare ampia diffusione a questo programma.

Vi ringrazio anticipatamente della vostra presenza e disponibilità e vi ricordo al Signore nella preghiera.

Nella sera di sabato 9 settembre compiremo il nostro pellegrinaggio al Santuario di Crea per porre sotto la protezione di Maria Madre della Chiesa il nuovo anno pastorale.

+ Alceste Catella, vescovo