Sarà la visita di Papa Francesco compiuta lo scorso 22 giugno al Tempio Valdese di Torino con il “mea culpa” netto e preciso per le persecuzioni dei Cattolici contro i Valdesi a fare da sfondo all’incontro davvero straordinario che sarà ospitato giovedì 5 novembre 2015, alle 21, nella sala Carlo Cavalla del Seminario Vescovile. Il Vescovo di Casale Monferrato, mons. Alceste Catella, ed il pastore e teologo dott. Paolo Ricca daranno vita ad un dialogo sul tema, moderato dal dott. Luigi Mantovani, dell’Archivio Storico del Comune di Casale Monferrato. L’incontro, organizzato dai servizi per la Pastorale della Cultura e Scolastica della Diocesi di Casale Monferrato, è inserito nel programma di “Cantiere Speranza” per valorizzare il dialogo con i “Fratelli Separati” riflettendo insieme, a partire dai 500 anni della proclamazione delle “95 Tesi” di Lutero che ricorreranno nel 2017.
“La Chiesa Evangelica Valdese – ricordano gli organizzatori – prende il nome da un mercante di Lione, Pietro Valdo, che decise di vivere in forma radicale l’esperienza cristiana seguendo l’esempio degli apostoli. Quando in Europa si diffuse la Riforma Protestante i Valdesi vi aderirono nel 1532. La Chiesa Valdese conta in Italia circa 25 mila fedeli e nel 1975 si è unita alla Chiesa Metodistica italiana”.
“L’auspicio è che le riflessioni offerte, servano a considerare la divisione tra le chiese cristiane qualcosa che non ci può lasciare indifferenti. Non possiamo né dobbiamo abbandonare le nostre differenze – concludono gli organizzatori – ma sforzarci di conoscere e rispettare le ragioni dell’altro, con le sue domande radicali ed i suoi perché”.