In occasione della Giornata internazionale della donna, suor Giuliana Galli, dell’Istituto san Giuseppe Benedetto Cottolengo di Torino, sarà a Casale Monferrato nell’ambito degli incontri di “Cantiere Speranza”, il ciclo promosso dai servizi per la pastorale della cultura, scolastica e giovanile della Diocesi di Casale Monferrato. L’incontro, dedicato al tema “Donne, Chiesa, Mondo” si svolgerà venerdì 10 marzo, a partire dalle 21, presso la Sala delle Lunette del Museo Civico di Casale Monferrato.
Con suor Galli, già consigliere e vicepresidente del comitato di gestione della Compagnia di San Paolo, interverranno il sindaco di Casale Monferrato, Titti Palazzetti, e Eleonora Celoria del presidio Totò Speranza di Libera – associazioni, nomi e numeri contro le mafie.
Secondo suor Galli, «per troppo tempo abbiamo relegato le religiose nelle sacrestie a occuparsi di pulizia della Chiesa, di arredi sacri o della catechesi, compiti assolutamente dignitosi e indispensabili, ma non sono gli unici che devono essere assunti dalle donne sia religiose che laiche». «Ci sono altri compiti nel mondo civile che possono valorizzare la Donna proprio nelle sue specificità, quelle specificità di cui parla il Papa, perché “la Donna è stata creata come l’uomo somigliante a Dio”», prosegue la suora, per la quale «bisogna ancora capire che le Donne mettono a disposizione del bene comune i doni specifici del proprio genere e questo non certo per decreto, pertanto le quote rosa contano poco. La nostra Costituzione dice che nessuno deve incontrare impedimento per esercitare qualsiasi carica».
«Di questi tempi – concludono gli organizzatori – le cronache si occupano spesso di casi che pongono la figura della donna in situazioni deplorevoli e in condizioni di inferiorità nei confronti dell’uomo. La necessità di un cambiamento è affidata ai giovani che si confrontano e studiano, con responsabilità e coscienza critica, al fine di operare un cambiamento delle tante situazioni di precarietà in cui viviamo».