Anche la comunità ecclesiale di Casale Monferrato, attraverso le parole del suo Vescovo, monsignor Alceste Catella, si stringe intorno alle Chiese sorelle, alle famiglie e alle persone che in questi giorni stanno soffrendo a causa del terremoto che ha colpito il centro Italia mercoledì 24 agosto. Di seguito il messaggio con cui mons. Catella invita alla solidarietà e alla preghiera.

Carissimi diocesani,
di fronte alla devastazione portata dal sisma nella vita di tante persone e città nel cuore della nostra Italia, la comunità cristiana casalese si stringe intorno alle Chiese sorelle, alle famiglie e alle persone che in questi giorni stanno soffrendo; lo fa spinta da quella fraternità che insegna il Vangelo e forte di una lunga tradizione che l’ha portata a farsi prossima a quanti sono nella sofferenza.
Per questo chiedo alle comunità parrocchiali, ai gruppi di impegno religioso, alle famiglie cristiane e ai singoli – discepoli di Gesù, ma anche uomini e donne di buona volontà – di aprire al massimo delle possibilità il proprio cuore per farsi vicini a tanti fratelli nella sofferenza. Ecco qualche possibilità per vivere l’operosità della carità.
La nostra Chiesa casalese aderisce alla colletta nazionale proposta dalla Conferenza Episcopale Italiana, che avrà il suo culmine domenica 18 settembre prossimo. I fondi, come sempre, verranno consegnati alla Caritas diocesana, che li amministrerà in accordo con le altre Caritas della nostra Regione secondo il coordinamento di Caritas italiana. La nostra solidarietà si concentrerà soprattutto sulla ricostruzione e sugli aiuti per la ripresa della quotidianità per le famiglie.
Più importante di ogni altra cosa è intensificare la preghiera personale e comunitaria per questi nostri fratelli, sia in suffragio dei defunti, sia per le loro famiglie e per tutta la popolazione. Invito le parrocchie, da questa domenica fino al 18 settembre, a invocare la misericordia del Signore nella liturgia – soprattutto quella festiva -, chiedendogli di donare speranza a chi soffre, forza a chi soccorre, lungimiranza a chi governa, amore a chi dona.
Certo di trovare in tutti piena disponibilità, di cuore vi benedico

+ Alceste Catella, vescovo

Nelle celebrazioni eucaristiche, si aggiunga questa intenzione nella Preghiera dei fedeli:

Consola, o Padre, chi è nel dolore per le conseguenze del terremoto nel Lazio e nelle Marche; accogli nel tuo Regno le vittime; rendici capaci di sincera preghiera e autentica carità.
Ti preghiamo