«La Pasqua è un evento straordinario» avvenuta «il primo giorno dopo il sabato, il primo di una creazione nuova». È quanto ricorda mons. Gianni Sacchi, Vescovo di Casale Monferrato, nel videomessaggio di Auguri per la Pasqua. «Tutto è iniziato 2000 anni fa – osserva il Vescovo – con un evento che ha cambiato il corso della vita delle uomini e, soprattutto, il corso della storia».
Cristo Gesu, il Risorto, «ci mette – come sempre – a disposizione i grandi doni pasquali». «Innanzitutto – spiega mons. Sacchi – la sua vita, la vita che sconfigge la morte, ogni morte». Poi c’è «il dono della sua vittoria. Ci dà la forza per vincere ogni egoismo, ogni chiusura. Ci dà la forza per vincere tutte le nostre superficialità, per lottare per un mondo migliore». Gesù Risorto porta anche «la pace, costruita davvero su rapporti umani più sinceri, più intensi. La pace del Risorto è la pace di cui tante volte abbiamo bisogno, abbiamo bisogno di essere pacificati». E poi «lo Spirito Santo, che è il dono della vita. Lo spirito che crea la vita. Dio vivificante entra dentro di noi e ci trasforma». Gesù inoltre «ci dà il suo perdono, ci fa il dono del perdono che è ciò che trasforma la nostra vita. Siamo perdonati da lui per essere capaci di perdonare gli altri». Infine, «la fede. Credere nella Risurrezione è un grande atto di fede. Ma la fede è amore, è affidarci, è metterci nelle mani di Qualcunaltro che è capace di cambiare la nostra vita, le nostre relazioni. La fede ci fa sentire Dio come Amore, che entra nella nostra vita e dà un senso nuovo alla nostra vita, alla nostra storia». «Questo è il dono pasquale che ci porta Gesù», conclude mons. Sacchi, augurando «a tutte le famiglie della nostra Diocesi, a tutte le persone – che vivono magari un momento di oscurità, di difficoltà – di accogliere la luce che ci viene dalla Risurrezione di Gesù. Gesù Risorto è con noi, cammina al nostro fianco. E ogni domenica, Pasqua della Settimana, quando spezziamo il pane Lui è lì con noi, pronto a scaldare il nostro cuore e la nostra vita».